CEA MILANO ha inaugurato oggi nel cuore di Brera un nuovo showroom, in occasione del Salone del Mobile 2016. Un nuovo spazio in cui si fondono identità ed esperienza in uno spazio fluido e inedito, 360 mq al piano terra di uno storico palazzo.

La rilettura dell’interior concepita da CEA, crea un percorso che racconta ed esalta i valori che contraddistinguono l’azienda: innata passione per l’acciaio inossidabile AISI 316/L, amore per il design, forte attitudine all’innovazione tecnologica e alla sostenibilità.

“L’apertura di Milano – dichiarano Roberta Bertacco e Natalino Malasorti, soci fondatori dell’Azienda – rientra in una strategia di forte consolidamento di CEA come brand leader della rubinetteria d’alta gamma, finalizzata ad accentuarne la visibilità a livello internazionale. Situato in una città strategica, rappresenta per noi l’opportunità di relazionarci in modo chiaro e diretto con gli studi di architettura, proponendo loro prodotti e soluzioni compositive originali che possano sempre più assecondare necessità e desideri del committente.”

Entrata nel 1984 nel campo della progettazione ed installazione di impianti idro-termo sanitari, CEA (Centro Energie Alternative) naturalmente si evolve e nel 2007 volge al design di rubinetteria e complementi per il bagno. Votata all’innovazione, alla progettualità site-specific e alla reinterpretazione del prodotto, CEA pone la passione, l’esperienza e la specializzazione a servizio dell’architetto.

La collezione CEA include rubinetteria e complementi per il bagno e per la cucina, docce da esterni e destratificatori d’aria, ed è caratterizzata da bassi consumi, alta qualità e libertà di combinazione. I prodotti CEA riportano il marchio Made in Italy e sono distribuiti presso showroom di tutto il mondo. CEA dà forma alle idee grazie ad un materiale puro, fedele e responsabile: l’acciaio inossidabile AISI 316/L. Puro perché non richiede trattamenti galvanici né verniciature, riciclabile al 100%.

Fedele perché si tratta di un materiale inerte ad alta impermeabilità e resistenza alla corrosione, adatto alle zone marine, termali e dovunque si registri un alto inquinamento atmosferico. Responsabile perché CEA lo lavora a freddo, con l’ausilio esclusivo di macchine a controllo numerico di altissima precisione. Oltre a essere totalmente riciclabile, l’acciaio promette vita eterna, perché richiede cure minime ed è sempre ripristinabile. CEA nasce con due importanti brevetti che le conferiscono il riconoscimento della padronanza tecnologico-costruttiva del rubinetto. Si tratta di invenzioni industriali che hanno trasformato la tradizionale tecnica di installazione idraulica, dando risposta di semplificazione, immediatezza, garanzia di funzionamento. Il più importante è il PWF (Pipe Water Fitting) un raccordo ad innesto rapido del rubinetto all’impianto idraulico. Il PWF elimina il concetto di parti ad incasso nel muro: la miscelazione dell’acqua avviene all’esterno delle pareti rendendo inequivocabile ogni possibile problematica di guasto tecnico. Il PWF è un sistema universale per ogni tipo di applicazione.

CEA si distingue per la ricerca continua di materiali costruttivi con valore estetico e di performance di utilizzo. All’acciaio AISI 316L, CEA unisce materiali quali la gomma siliconica, la resina acetalica, la fibra di carbonio. Le caratteristiche sono legate principalmente alla funzione che ne deriva: Gomma siliconica: particolarmente leggera, flessibile, resiste alle variazioni termiche. Utilizzata da CEA per la conduzione dell’acqua a sostituzione dei tradizionali tubi in nylon o in fibra di acciaio o come canna di erogazione (brevetto registrato CEA).

Resina acetalica: si tratta del Delrin®, caratterizzato da resistenza meccanica e durezza, stabilità dimensionale, auto-lubrificabilità, estrema leggerezza ed igiene. Utilizzato da CEA per doccini e soffioni sia per la praticità conferita dalla leggerezza sia per la difficile adesione del calcare, questo perché l’acqua stessa non resta sulla superficie del Delrin® ma scivola via.