Per la stagione Autunno Inverno 2020, la fashion designer Bianca Beltramello lancia la collezione menswear Cabinet of Curiosities, che si ispira alle wunderkammer, stanze dove i collezionisti conservano la loro personale selezione di rarità e curiosità. Analogamente, i pattern stampati sui tessuti sono composti da una selezione di opere d’arte e oggetti particolari, realizzati su disegno originale della designer.

Pegni d’amore d’epoca georgiana, ossa di animali esotici, antiche protesi lignee, campane di vetro contenenti specimen impreziosiscono la linea classica degli abiti. Oltre a questi, nei pattern compaiono anche le opere di Rebecca Reeves, che utilizza antiche miniature per case di bambole avvolgendole con fili neri, e le creazioni in vetro d’ispirazione ottocentesca di Andy Paiko.

La tecnica di stampa a sublimazione utilizzata conferisce ai tessuti una qualità equivalente a quella fotografica, permettendo di ottenere immagini dai colori vividi e brillanti. Il tessuto finale stampato è quindi morbido e leggero, oltre che confortevole e resistente ai lavaggi.

Dagli stessi oggetti che adornano i tessuti è nata anche una capsule collection di accessori: gemelli, anelli, spille e bottoni sono stati realizzati  in collaborazione con l’Officina del Sole. L’artigiano Lorenzo Para ha lavorato a mano ogni gioiello utilizzando l’antica tecnica del papier-mâché, una delle due tecniche fondamentali di realizzazione della cartapesta. Carta di ottima qualità viene preventivamente frantumata, macerata, bollita e successivamente impastata a lungo con colle naturali, dando vita a un conglomerato incoerente. Questo impasto trova la sua coerenza ed enorme compattezza quando viene manipolato e compresso con le dita su un calco in negativo. Il composto deve poi essiccare in un forno a ventilazione, con continuo intervento dell’artigiano che deve evitare che la graduale e naturale perdita di volume modifichi la forma programmata. Il soggetto grezzo ottenuto, estremamente leggero, è poi laminato con metodo galvanico in oro 24k.

La natura artigianale del papier-mâché rende ogni gioiello unico e per questo speciale. La stessa passione per l’unicità detta la creazione di capi statement che non rientrano in categorie definite. Niente è banale o impersonale, ma ogni outfit esprime una forte identità creativa.

Partendo da un gusto barocco d’ispirazione storica, attraverso la rielaborazione in digitale e lo studio di forme avanguardistiche, la collezione Cabinet of Curiosities presenta l’immagine del dark dandy in chiave contemporanea massimalista. La mission è vestire l’uomo consapevole di sé che non si accontenta degli stereotipi ma che vuole stupire e stupirsi con uno stile definito e audace.

Questo sguardo al futuro diventa evidente nelle fotografie scattate da Yvonne Vionnet nello showroom Boffetto Form to Furniture. Tutti i capi dialogano con le forme e i materiali innovativi delle collezioni Boffetto, che si avvale della collaborazione dei più importanti studi di architettura e design contemporanei.

Make up and hair: Letizia Galliano, Sabrina Trentini