Un progetto firmato LHM a Venezia verso la nuova frontiera dell’hospitality: VERVE – Venice Escape River Vacation Experience – e Resort Urbano Ramada Plaza al suo interno

Il primo resort urbano della Serenissima si chiamerà Verve e sarà gestito da LHM – Lab & Hotel, il marchio di punta del colosso USA Wyndham Hotel Group International, il più grande gruppo alberghiero al mondo con più di 8.100 hotel e 19 brand tra cui Ramada Plaza. Sorgerà nel cuore della Riviera del Brenta e più precisamente a Fiesso D’Artico, a una ventina di chilometri da Venezia. Si tratterà di un 4 stelle categoria superior dotato di  150 camere, a cui si aggiungono circa 30 appartamenti gestiti con la formula condohotel, e sarà dotato di un centro congressi e di una piscina outdoor. Immerso in un parco naturale, avrà un molo privato sul Naviglio del Brenta e permetterà ai suoi ospiti di raggiungere Venezia anche con una mini-crociera lungo l’area tra le più affascinanti del Veneto ricca di ville palladiane e residenze estive che affondano le sue radici nella storia. Autore del progetto, lo Studio Albanese.Il taglio del nastro è previsto per il 2020.

Acronimo di «Venice Escape River Vacation Experience», Verve è un polo multifunzionale dedicato alla moda, al design, all’innovazione e all’ospitalità ed è dislocato su una superficie di 118 mila metri quadrati. Ospita spazi direzionali e commerciali, un’area residenziale e ovviamente il resort urbano Ramada Plaza gestito da LHM Lab & Hotel Management. Si tratta di una vera e propria «città della moda».

Cristina Paini è founder e CEO di LHM – Lab & Hotel Management, tra le realtà più dinamiche nel nostro Paese nella gestione di alberghi per conto terzi con un portafoglio clienti in cui spiccano anche nomi come Wyndham, Hilton e Marriott. E’ stata lei ad ospitarci al Ramada Plaza di Milano, per illustrarci questa novità: «La struttura alberghiera rappresenterà l’essenza di un nuovo concetto di ospitalità finora pressoché sconosciuto in Italia» ci ha raccontato, «Si tratta del cosiddetto resort urbano che coniuga al meglio le comodità tipiche di un luogo di soggiorno immerso nella natura con la vicinanza geografica a una località turistica d’eccezione. E il fatto che venga realizzato a pochi chilometri da Venezia lo rende ancora più unico». Oggi Cristina Paini è tra i maggiori esperti di Condohotel nel panorama italiano dell’hôtellerie: la sua società, LHM, è stata infatti la prima a importare in Italia tale modello di gestione tipico dei mercati anglosassoni. Negli anni l’azienda ha gestito più di 800 camere all’interno di immobili alberghieri. In seguito all’esperienza di gestione dell’Hotel Ramada Lake Garda tra il 2008 e il 2013, LHM si concentra sul movimentato mercato milanese: tra il 2014 e il 2015 ha gestito la pre-apertura e la fase di startup dell’Hilton Garden Inn Milan e attualmente si occupa della gestione del 4 stelle categoria superior Ramada Plaza Milano in partnership con Wyndham Hotel Group.

Il resort urbano Ramada Plaza Venezia Riviera del Brenta, gestito da LHM – Lab & Hotel Management, racchiuderà in un unico progetto tutti i trend più all’avanguardia nel mondo dell’hotel investment & development. Verrà costruito con materiali eco-compatibili e tecnologie per il risparmio energetico. Avrà una impronta forte sul piano social area ossia gli spazi comuni sempre più centrali in una struttura alberghiera d’impatto, flessibile e volta ad accogliere al meglio una clientela nazionale e internazionale.

Sarà dotato di ben 30 appartamenti in grado di coniugare l’eccellenza del servizio d’hôtellerie con la comodità di una abitazione privata nei momenti d’uso. Immerso in un parco naturale unico, preserverà i suoi ospiti dagli effetti dell’overtourism, ossia il sovraffollamento turistico che colpisce sempre più le località rinomate e di cui Venezia è espressione assoluta.

Un progetto unico e di grande portata, di cui Cristina Paini è molto orgogliosa.