Nella Masseria Malvindi si può fare una vacanza ogni giorno diversa, senza vincoli né costrizioni

A cura di Giovanni Scotti

Nell’agro dell’antica città messapica di Mesagne, a ridosso della via Appia antica, che congiungeva Roma, la capitale dell’impero, all’importante porto di Brindisi si trova la Masseria Malvindi, che deve il suo toponimo alla omonima antica famiglia, estintasi nella seconda metà dell’800: il suo stesso, che raffigura un elmo sovrastante una penna ed una spada incrociate, campeggia all’ingresso della struttura. La Masseria Malvindi è facilmente raggiungibile: la struttura, che si trova sulla strada provinciale 14 che collega Mesagne a San Pancrazio Salentino, dista 40 km da Lecce e 21 km da Brindisi. La struttura, inoltre, dista solo 24 km dall’Aeroporto di Brindisi, il più vicino, e fornisce un servizio di navetta aeroportuale a pagamento. Un luogo che racconta le antiche suggestioni non solo delle terme romane, ma anche dei pellegrini in marcia per Gerusalemme: a pochi passi dalla struttura si possono ammirare sia i resti di un impianto termale di epoca romana, messo in luce dagli scavi archeologici eseguiti a partire dal 1986, sia un insediamento bizantino con il tempio di S. Miserino.

La Masseria Malvindi è una struttura ricettiva a 5 stelle, l’unica della zona, ricavata da un’affascinante masseria del settecento che è stata perfettamente restaurata dall’architetto Savino Martucci, nel rispetto dell’impianto originale. Il patio centrale della struttura, ad esempio, ospita, oggi, una immensa ed incantevole piscina che fa da palcoscenico a 15 esclusivissime suite arredate, straordinariamente, con pezzi unici, frutto della creatività artistica dell’artigianato locale. Le camere sono dotate di letto king size, bagno con doccia, aria condizionata e frigobar.Tutt’intorno alla struttura, poi, ci sono ulivi, vigne e il silenzio della campagna salentina. E’un luxury resort perfetto che permette di alternare momenti di puro relax ad escursioni dedicate alla scoperta del Salento, un territorio meraviglioso per il suo patrimonio artistico e culturale, la natura incontaminata e le sue spiagge, lambite tutte da un mare cristallino, e delle sue città: Lecce, Gallipoli, Otranto, Ostuni …

Nei dintorni si può visitare la Chiesa di San Pietro a Crepacore (7,6 km), la Casa-Museo Ribezzi Petrosillo (9,9 km), il Museo del Sottosuolo (10,2 km), il Santuario Maria S.S. di Cotrino (11,8 km), il Museo Archeologico Provinciale Francesco Ribezzo (18,9 km), il Monumento al Marinaio (20,1 km), la Chiesa di Santa Maria del Casale (20,4 km), il Parco Comunale Cesare Braico (15,3 km), il Santuario di Santa Lucia (15,5 km) e la Cripta di San Biagio (15,9 km).

Per poter affrontare al meglio la giornata ed essere, così, pronti per partire alla scoperta dell’immenso patrimonio pugliese è possibile fare una prelibata prima colazione, con buffet caldo e freddo, a base dei prodotti provenienti direttamente dalla masseria: all’ombra del patio, si possono, così, gustare torte dolci e salate, biscotti, formaggi e frutta.

http://masseriamalvindi.blogspot.com/